RESOCONTO DEL CONSIGLIO PROVINCIALE DEL 27.06.2017

ORDINE DEL GIORNO DEL CONSIGLIO PROVINCIALE DEL 27.06.2017

1

COMUNICAZIONI DELLA PRESIDENTE

2

APPROVAZIONE VERBALI PRECEDENTE SEDUTA CONSILIARE

3

COMUNE DI FERMO. ALIENAZIONE AREA PER REALIZZAZIONE POLO SCOLASTICO “BETTI – FRACASSETTI”. APPROVAZIONE SCHEMA CONTRATTO PRELIMINARE. RICHIESTA COSTITUZIONE SERVITU’ DI PASSAGGIO. ESAME. PROVEVDIMENTI.

4

D.L. N. 193/2016. SOPPRESSIONE EQUITALIA. ISTITUZIONE AGENZIA DELLE ENTRATE – RISCOSSIONE. PRIME DISPOSIZIONI OPERATIVE. PROVVEDIMENTI.

Comunicazioni della Presidente:

Complimenti ai sindaci eletti ad Alessio Terrenzi di Sant'Elpidio a Mare nostro consigliere provinciale ma anche al sindaco Nicola Loira di Porto San Giorgio e Vincenzo Berdini di Pedaso. Nello scorso consiglio si è parlato della situazione finanziaria e dell'imminente conversione del decreto legge 50 nel quale erano previsti fondi per l'ottenimento dei quali tutte le province avevano organizzato una serie di azioni di protesta fra cui anche l'esposto cautelare alla corte dei conti.
Nei giorni scorsi c'è stata la conversione del decreto legge n. 50/17, a fronte dei 650 milioni chiesti dall'Upi Nazionale avanzata secondo le necessità stimate e riferite ai fabbisogni standard dal SOSE Ente ministeriale.

Sono stati previsti solo un terzo dei fondi necessari affinché le province approvino i bilanci per  continuare ad erogare servizi ai cittadini e alle imprese.
L'UPI ha espresso un parere negativo soprattutto sulle somme destinate alle scuole.
Per la Provincia di Fermo il finanziamento che verrà dato con tale decreto è proporzionato al chilometraggio delle strade ed è pari a 1.400.000 euro, mentre per le scuole è previsto un contributo di circa 978.000 euro. Questo rappresenta per la Provincia di Fermo  un terzo di quello chiesto e necessario per l'esercizio delle funzioni fondamentali.
Rappresento pertanto la difficoltà nel chiudere il bilancio della Provincia di Fermo e nel dare servizi ai cittadini che debbono sapere che avere una somma così ridotta vuol dire non poter investire in opere sul territorio e non dare servizi ai cittadini.

C'è una forte preuccupazione e quindi insieme all'UPI non ci fermeremo qui, continueremo con le forme di protesta, dobbiamo andare avanti per ottenere più risorse che ci dovranno consentire di erogare servizi ai cittadini.
Non riuscendo ad approvare il bilancio entro il 30 giugno così come previsto dalla legge, dal primo luglio saremo in gestione provvisoria quindi potremmo compiere solo atti di ordinaria amministrazione (pagamento di mutui, stipendi e spese di gestione).
Questa è la realtà davanti alla quale ci troviamo e cioè tutta l'attività della Provincia è condizionata dalle situazioni finanziarie descritte. 

Dopo l'approvazione dei verbali precedenti viene approvato all'unanimità e con l'immediata eseguibilità il punto 3:
COMUNE DI FERMO. ALIENAZIONE AREA PER REALIZZAZIONE POLO SCOLASTICO “BETTI – FRACASSETTI”. APPROVAZIONE SCHEMA CONTRATTO PRELIMINARE. RICHIESTA COSTITUZIONE SERVITU’ DI PASSAGGIO. ESAME. 

PROVEDIMENTI. 

Rispetto alla Delibera del Provinciale n. 7 del febbraio 2017, con la quale è stata approvata la cessione di un'area ricadente nel territorio del Comune di Fermo perchè non strumentale all'esercizio delle funzioni dell'ente demandando al dirigente del Patrimonio la cessione dell'area stessa, si sono rese necessarie alcune modifiche tecniche: 

  1. rettifica di alcune particelle da cedere funzionali all'area da vendere (particelle marginali rispetto a tutta l'area)

  2. acquisizione del parere di congruità del prezzo di vendita da parte del demanio

  3. concessione di servitù di passaggio al comune per accedere all'area, concessione alla provincia di Fermo di altre servitù di passaggio su aree comunali

  4. approvazione del contratto preliminare di vendita

  5. autorizzazione al dirigente del patrimonio alla stipula del preliminare e atti successivi

Viene altresì approvato all'unanimità il 4 punto all'odg: 

D.L. N. 193/2016. SOPPRESSIONE EQUITALIA. ISTITUZIONE AGENZIA DELLE ENTRATE – RISCOSSIONE. PRIME DISPOSIZIONI OPERATIVE. PROVVEDIMENTI. 

Con decreto legge 193/2016 ha sciolto le società del gruppo Equitalia per cui la riscossione dei tributi viene attribuita all'Agenzia delle Entrate che ora è diventata Agenzia delle entrate – riscossione. Così come previsto alla legge per gli enti pubblici si passa automaticamente e alle stesse condizioni precedenti all'affidamento del servizio di riscossione all'agenzia delle entrate fino al 31/12/2017 per poi provvedere ad effettuare una nuova gara per l'affidamento del servizio di riscossione. 

 


 

Pubblicato il 27/06/2017 22:49