Magliano di Tenna

Si dice che intorno all’anno mille un capitano di ventura di nome Malleano o Majano  sia stato il fondatore del castello. Della Comunità di Magliano abbiamo una citazione di Brandimarte che chiarisce come il toponimo deriverebbe dalla famiglia romana dei “Manli”. Fu un insediamento farfense poi usurpato dal Vescovo di Fermo. Durante il Medioevo venne lungamente conteso da Montegiorgio e Fermo. A partire dal 1293 diventa definitivamente castello di Fermo. Un grave danno per la conoscenza storica di questo Comune è stato arrecato dalla distruzione dell’archivio in un incendio. L’antico castello aveva sei torri, ma ora ne restano soltanto due, di cui una esagonale. In una cappella comunicante con la chiesa di San Gregorio è conservata la Madonna con le sante Vittoria e Lucia, attribuita a Vincenzo Pagani. Da non perdere una passeggiata, tra incantevoli viuzze e piazzette.

Da vedere

Chiesa parrocchiale di San Gregorio Magno, costruita nel XVIII sec. sull’area occupata da un precedente edificio di origine farfense, conserva di questa costruzione una cappella con un affresco un tempo attribuito a Vincenzo Pagani “Madonna che tiene in braccio il Bambin Gesù tra S. Vittoria e S. Lucia” .

Chiesa della Madonna delle Grazie, costruita nel XVIII sec. su una preesistente edicola del ‘400, conserva nell’abside affreschi cinquecenteschi tra i quali una “Crocifissione”.

Chiesa San Filippo: vi si conserva un monumento funebre di Giovan Battista Carducci, architetto fermano, ad opera dello sculture Salomoni di Fermo (1919).

Riferimenti

Sindaco: Paoloni in Luciani Maria Federica

Piazza Antonio Gramsci, 25 - 63025 Magliano di Tenna (FM)
Tel 0734 632172; Fax 0734 631751
www.comune.maglianoditenna.ap.it

 

Ultima modifica 29/mag/2014
Il contenuto di questa pagina ti è stato d'aiuto? ·